Home > Motori di Ricerca > Google integra Hotel Finder in SERP

Google integra Hotel Finder in SERP

Uno screenshot postato su seroundtable.com il 23 novembre 2012 mostra una nuova integrazione di Google Hotel Finder in SERP.

Google Hotel Finder sponsorizzato in SERP (23/11/2012)

Google Hotel Finder sponsorizzato in SERP (23/11/2012)




Come si può notare nell’esempio mostrato sopra per la ricerca “hotels new york” su google.com, il nuovo box dedicato a Google Hotel Finder viene mostrato appena prima dei risultati organici e mostra i seguenti dati:

  • etichetta “sponsored” in alto a destra
  • New York hotels on Google (rimanda alla ricerca su Hotel Finder)
  • Data di check-in e check-out
  • Link ai filtri “hotel da 70$”, “hotel 3 stelle da 99$”, “hotel 4 stelle da 102$”, “hotel 5 stelle da 495$” (prezzi per notte)
  • All Google Hotel Finder results (link alla sezione dedicata agli hotel di New York su Hotel Finder)

Avevo previsto questa possibile integrazione durante il mio speech “Google e il Turismo” ai GT Study Days di Riccione del 19/11/2011.

D’altronde non è la prima volta che Google integra in SERP, in posizione privilegiata, i suoi prodotti; era già successo ad esempio per Flight Search e Car Insurance Comparison.

21/12/2012: Google Hotel Finder in SERP anche in Italia

Aggiornamento del 21/12/2012: vedo per la prima volta il box di Hotel Finder integrato in SERP anche in Italia su google.it. Ecco uno screenshot per la ricerca [hotel bellaria igea marina] (click sull’immagine per l’immagine di tutta la serp):

Google Hotel Finder in serp in Italia su google.it

Google Hotel Finder in serp in Italia su google.it (21/12/2012)




Da notare che il box di Hotel Finder è presente non solo nella prima pagina dei risultati, ma anche nelle SERP successive (pagina 2, 3, 4, …).

Ed ecco il testo che compare cliccando sull’iconcina “i” di fianco alla scritta “sponsorizzato”:
Google Hotel Finder sponsorizzato

Sulla base della tua query di ricerca, riteniamo che tu stia cercando un hotel. Se fai clic su questa casella, saranno visualizzati risultati di fornitori in grado di soddisfare la tua richiesta. Google potrebbe ricevere un compenso da alcuni di questi fornitori.

Riccardo PeriniScritto da:
Data: 25-11-2012
Categoria: Motori di Ricerca
Argomenti:
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

 

- 5 Commenti -

  1. Rispondi entony 29 novembre 2012 alle ore 10:41

    Sicuramente una bella novità anche se toglierà ulteriore visibilità a chi si affida al posizionamento organico!

  2. Rispondi Alessandro 29 novembre 2012 alle ore 11:07

    In realtà credo che tolga visibilità alle OTA e vari intermediari come Tripadvisor che oltre al ppc hanno puntato molto sull’organico. Le piccole, medie e grandi strutture ricettive, potranno continuare a disintermediare con lo sviluppo delle coda lunga. Molto sommariamente, Google Hotel Finder più che colpire la SEO per le strutture ricettive, va a colpire le OTA.
    E questo non mi dispiace affato.

  3. Rispondi Riccardo Perini 21 dicembre 2012 alle ore 17:02

    @gareth: molto probabilmente il box sponsorizzato è in fase di test. A volte si vede, altre no.

  4. Rispondi massimiliano piergentili 9 marzo 2013 alle ore 09:30

    Sono d’accordo con Alenssandro quando dice che questo nuovo strumento di google va a penalizzare l’azione delle OTA e anche a me questo non dispiace proprio per nulla.

- Lascia un commento -