Home > Blog > Eventi Web Marketing, Internet > Dati E-commerce in Italia 2013 (Smau Bologna 2013)

Dati E-commerce in Italia 2013 (Smau Bologna 2013)

E-commerce Smau Bologna 2013Ieri, di passaggio in zona, ho fatto un salto veloce allo Smau Business a Bologna Fiera.

Voglio condividere con voi gli appunti che ho preso in merito al settore e-commerce.

E-commerce in Italia nel 2013

Il workshop “L’ecommerce b2c: stato attuale, opportunità di sviluppo e supporto alla multicanalità” della School of Management del Politecnico di Milano ha fornito alcuni dati in merito alla situazione dell’e-commerce in Italia.

NB: tutti i dati “2013” sono previsioni di aprile 2013.

Valore vendite da siti italiani

Anno Valore vendite e-commerce da siti italiani Trend
2013 11.242 milioni € +17%
2012 9.593 milioni € +19%
2011 8.081 milioni € +19%
2010 6.779 milioni € +17%
2009 5.772 milioni € +0%
2008 5.754 milioni € +14%
2007 5.032 milioni € +23%
2006 4.107 milioni €


Distribuzione vendite per settore merceologico nel 2013

  • Turismo: 44%
  • Abbigliamento: 12%
  • Informatica ed elettronica: 11%
  • Assicurazioni: 10%
  • Editoria: 3%
  • Grocery: 1%
  • Altro: 19%



Ripartizione prodotti/servizi nel 2013:

  • Servizi: 61%
  • Prodotti: 39%


Vendite all’estero di e-commerce italiani (export da Italia)

Anno Valore vendite e-commerce all’estero da siti italiani Trend
2013 2.046 milioni € +23%
2012 1.659 milioni € +27%
2011 1.305 milioni €
2010 1.024 milioni €
2009 876 milioni €
2008 863 milioni €
2007 805 milioni €
2006 740 milioni €


Concentrazione dell’offerta

Il settore e-commerce in Italia è un mercato concentrato.

Anno Top 20 e-commerce Altri merchant
2013 70% 30%
2012 69% 31%
2011 69% 31%
2010 72% 28%
2009 73% 27%
2008 74% 26%
2007 75% 25%


Acquisti da e-commerce di consumatori italiani (domanda in Italia)

Anno Domanda clienti italiani da siti esteri Domanda clienti italiani da siti italiani Totale Trend
2013 3.320 milioni € 9.196 milioni € 12.516 milioni € +14%
2012 3.050 milioni € 7.934 milioni € 10.984 milioni € +18%
2011 2.571 milioni € 6.776 milioni € 9.347 milioni €


Valore e-commerce 2013 rispetto agli altri paesi

  • USA: 390 miliardi $
  • UK: 58 miliardi £
  • DEU: 45 miliardi €
  • FRA: 29 miliardi €
  • ITA: 11 miliardi €


Mobile commerce Italia

Anno Valore mobile commerce % del totale e-commerce Trend
2013 427 milioni € 3,8% +160%
2012 164 milioni € 1,7% +122%
2011 74 milioni € 0,9% +185%
2010 26 milioni € 0,4%


Presenza merchant sui social network

Social 2013 2012
Pagina Facebook 85% 84%
Profilo Twitter 71% 70%
Canale Youtube 60% 58%
Profilo Google+ 50% 34%
Board Pinterest 25% 27%



PS: Sono disponibili anche le slide qui.

Un po’ di appunti sparsi sugli E-commerce

Ecco un po’ di altri appunti presi al workshop “Ecommerce vincente in 20 mosse” di IWA/HWG.

Il 40% degli utenti USA preferisce il social login alla creazione di un nuovo account su un e-commerce
(fonte: http://econsultancy.com/it/blog/9392-how-do-social-logins-and-sharing-affect-e-commerce-infographic)

Il 65% degli acquirenti online ha utilizzato la chat su un sito e-commerce, dove presente
(fonte http://boldchat.com/docs%2Fr%2FLive_Chat_Effectiveness_2012-V5.pdf)

Mostrare i loghi delle carte di credito in un ristorante aumenta del 29% la decisione d’acquisto.

21 consigli per un e-commerce di successo

1. Specializzati: individua un settore ben preciso e cerca di diventare un punto di riferimento in quello specifico settore.
2. Tieni bassi i margini di guadagno: i prezzi economici sono il secondo fattore di scelta per l’83% delle persone che acquista online (fonte: E-Commerce Consumer Behaviour Report 2011 – ContactLab/Netcomm)
3. Punta sulla long tail
4. Affidati ad un valido corriere
5. Regala qualcosa prima dell’acquisto
6. Inserisci tutti i prodotti del tuo catalogo
7. Inserisci subito le novità
8. Cura le schede prodotto
9. Usa le giuste keywords
10. Apri nuovi canali/marketplace
11. Pubblica i feedback dei tuoi clienti
12. Cura l’usabilità
13. Usa la leva della scarsità
14. Spingi l’utente all’acquisto istantaneo
15. Sfrutta tutti i motori di ricerca
16. Utilizza i comparatori di prezzo
17. Prevedi una newsletter
18. Usa le e-mail automatiche
19. Studia delle politiche di prezzo
20. Usai social network
21. Analizza le statistiche

Riccardo PeriniScritto da:
Data: 7-06-2013
Categoria: Eventi Web Marketing, Internet
Argomenti: ,
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

 

- 7 Commenti -

  1. Rispondi Giuggiola 7 giugno 2013 alle ore 23:50

    Anch’io ero a Smau i giorni scorsi e ho seguito questi 2 workshop che hai citato. Ho trovato molto interessanti i dati raccolti dal Politecnico di Milano, in particolare ho notato che confermano alcuni dati già esposti la settimana scorsa all’Ecommerce Forum Netcomm.

  2. Rispondi Creazione eCommerce 14 giugno 2013 alle ore 08:05

    Davvero molto interessanti questi dati sull’ecommerce, specie quelli sui trend di crescita e quelli sulla distribuzione per settori merceologici. Questi dati sono l’ennesima conferma che ogni azienda deve mettere in cantiere una adeguata strategia web per proporsi su internet e espandere il proprio bacino di clienti. Anche la ripresa della percentuale della concentrazione degli altri merchant oltre i top-20 player è confortante in questo senso.

    Ho trovato inoltre interessante il dato relativo al social login e inizio a pensare che col tempo diverrà una prassi abbastanza consolidata anche sugli e-commerce italiani.

    Complimenti per i 21 consigli finali. Dovrebbero essere le tavole della legge per ogni azienda (e ogni agenzia sviluppatrice) che punta a realizzare un ecommerce di successo.

    Davvero un ottimo articolo.

    Antonio

  3. Articolo citato da: La webtax da mettere e' 0% IVA su e-commerce | Alessandro Pace

  4. Rispondi Andrea 16 febbraio 2014 alle ore 16:09

    Nel ricercare alcuni dati sul valore delle vendite online in Italia sono capitato qui e ho trovato molto interessanti questi appunti condivisi.
    Avrei una domanda: come mai i dati di vendita in Italia qui riportati per il 2012 (circa 11 miliardi di euro), sono così diversi da quelli presenti in altre relazioni (ad esempio il report di Casaleggio, che indica circa 21 miliardi di euro per lo stesso anno)?
    E’ stato usato un diverso metodo di calcolo?
    Ringrazio in anticipo chiunque riesca a darmi una cortese risposta.

    Andrea

  5. Articolo citato da: #Cashless – Il paradiso no cash del Nord (1 di 2) - Waroncash.org

  6. Articolo citato da: Content marketing per fotografi: nuovi clienti e fan con i contenuti - FotoComeFare

  7. Articolo citato da: Il paradiso no cash del Nord (1 di 2) - Newmoney

- Lascia un commento -