Home > Blog > Social Network > Twitter per Letterati: la Twitteratura e il Rapporto tra Twitter e la Letteratura

Twitter per Letterati: la Twitteratura e il Rapporto tra Twitter e la Letteratura

Domenica 9 settembre 2012, nell’ambito del Festivaletteratura di Mantova, ho seguito l’extralab di Serena Danna dal titolo “Twitter per Letterati”.

Twitter per Letterati Serena Danna Festivaletteratura 2012 MantovaArgomento dell’intervento della giornalista del Corriere della sera era la “twitteratura”, il rapporto tra Twitter e la letteratura.

Il concetto di fondo è che su Twitter, più che produzione culturale, c’è discussione culturale. Twitter viene usato dagli autori soprattutto come strumento di dibattito sui temi culturali.

Ma c’è anche chi ha provato a fare letteratura tramite Twitter.

Ad esempio Alexander Aciman e Emmett Rensin, due studenti dell’Università di Chicago, nel 2009 hanno provato a sintetizzare in 140 cararatteri alcuni capolavori della letteratura (esempio “I’m havin a midlife crisis. Lost in the woods. Shoulda brought my iPhone” è l’Inferno di Dante), e ne è nato poi un libro, “Twitterature: The World’s Greatest Books Retold Through Twitter”.

E c’è anche chi ha fallito in questo, come lo scrittore Rick Moody, che sempre nel 2009 si cimentò nella scrittura di un romanzo per Twitter, ma senza conoscere bene il mezzo. Fu un fallimento. Ma a volte i fallimenti insegnano molto più dei successi.

C’è poi lo scrittore statunitense Jonathan Franzen, che accusa Twitter definendolo “un fast food della cultura” o “la versione stupida di Facebook”.

Ma più che criticare il mezzo, è meglio cercare di capirlo.

Qualcuno tra il pubblico pone il problema dell’utilizzo di Twitter come mero strumento di marketing, utilizzato solo per farsi pubblicità. Ma, si sa, anche su Twitter è difficile definire la linea di confine tra l’autopromozione e la creazione reale di contenuti.

La Danna cita poi alcuni altri esempi di esperimenti di letteratura su Twitter, come quello di Errico Buonanno, che ha ricostruito in 70 tweet l’ultima giornata del Titanic prima del naufragio (“Tweetanic”), e quello di Tommaso Pincio, che ha proposto la biografia di Marilyn Monroe in 50 tweet. (“50 MARILYN”).

Anche se alla fine, sono la carta o i blog lo strumento per archiviare questi contenuti…

Scritto da:
Data: 10-09-2012
Categoria: Social Network
Argomenti:
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

 

- 1 Commento -

  1. Rispondi Luciana 25 novembre 2012 alle ore 05:28

    Enhorabuena por el post. Casualmente he hecho un trabajo sobre la twitteratura. Aquí te dejo el link, por si gustas consultarlo: http://www.smore.com/wjgj-la-t… . Saludos!

- Lascia un commento -