Home > Blog > Libri Marketing e Comunicazione > Ruba come Un Artista (Austin Kleon)

Ruba come Un Artista (Austin Kleon)

Austin Kleon Ruba Come Un Artista, copertina libroTitolo: Ruba come un artista. Impara a copiare idee per essere più creativo nel lavoro e nella vita
Titolo originale: Steal Like an Artist. 10 things nobody told you about being creative
Autore: Austin Kleon
Editore: A. Vallardi
Data di pubblicazione: 31 gennaio 2013
Numero di pagine: 160
ISBN: 886731033X
ISBN-13: 978-8867310333


Il libro parte da una citazione di Thomas Stearns Eliot, che riassume bene l’idea di fondo dell’autore:

I poeti immaturi imitano; i poeti maturi rubano;
i cattivi poeti rovinano ciò che prendono, mentre quelli buoni ne traggono qualcosa di meglio, o almeno qualcosa di diverso.
Il buon poeta amalgama ciò che ruba in un sentire complesso che risulta unico, assolutamente diverso da ciò da cui era stato tratto.

Il libro raccoglie spunti, citazioni, aneddoti e idee validi per chiunque cerchi di mettere un po’ di creatività in quello che fa nella vita o nel lavoro. Un vero e proprio manuale per il creativo in crisi. Il concetto di fondo è che nessuna opera è veramente originale e che il segreto per il successo è “rubare” le migliori idee per riadattarle e reinventarle aggiungendoci qualcosa di personale.

Di seguito 17 spunti tratti dal libro che puoi rubare liberamente


1. Nulla è originale

Non esiste niente che arrivi dal nulla: tutte le opere creative si fondano su qualcosa che è venuto prima. Ogni idea nuova non è altro che il rimescolamento di una o più ide precedenti.

2. Ruba ciò che vale la pena rubare

In questo scenario l’artista è un “raccoglitore” che seleziona e sceglie le sue fonti di ispirazione. Fa selezione tra ciò che vale la pena di “rubare” e ciò che non merita il disturbo.

3. Fatti da maestro

La scuola è una cosa, l’educazione un’altra. E non sempre coincidono. Sii curioso, impara a farti sempre delle domande, leggi, approfondisci, procurati un’educazione. Niente è più prezioso di una collezione di libri ancora da leggere.

4. Conserva la “refurtiva” per il futuro

Appuntati sempre pensieri e osservazioni. E scegli un posto dove conservare la “refurtiva”. La forma non conta (un file digitale, un block-notes o altro), basta che funzioni.
Adocchi qualcosa che merita di essere rubato? Mettilo nella cartella della refurtiva.
Hai bisogno di ispirazione? Basta aprire la cartella della refurtiva.

5. Non aspettare di sapere chi sei per cominciare

Sei già pronto. Inizia a produrre qualcosa! A volte si ha paura di iniziare, ma è una cosa normale.

6. Comincia a copiare

Come dice Yohji Yamamoto:

Comincia a copiare ciò che ti piace. Copia, copia, copia, copia. Alla fine della copia troverai la tua identità.

Nessuno nasce imparato. Si impara copiando, nel senso di esercitarsi, non di plagiare il lavoro di altri. Anche i più grandi pittori hanno imparato esercitandosi a riprodurre i grandi capolavori.

7. Capire chi e come copiare

La cosa più facile è sapere chi copiare. In genere si copiano i propri eroi, quelli che si apprezzano, quelli da cui si è ispirati e le persone che si vorrebbe diventare. La cosa complessa è capire che cosa copiare. Il segreto è non rubare a uno solo, ma a tanti. Copiare gli eroi ci permette di interiorizzare il loro modo di vedere il mondo.

8. Passa dall’imitazione all’emulazione

Ad un certo punto passerai dall’imitazione dei tuoi eroi all’emulazione, dal semplice copiare, al riadattare i concetti mettendoci del tuo, fino a realizzare delle attività del tutto personali.

9. Trova la tua strada

L’incapacità di copiare gli eroi è il punto in cui ciascuno scopre dove risiedono le sue capacità creative. Parti copiando i tuoi eroi, ma cercando di capire in cosa non riesci a eguagliarli. È proprio quello a fare la differenza, quello che puoi aggiungere e modificare per dare un tocco personale alla tua opera.

10. Fai un buon furto

Le caratteristiche che fanno la differenza tra un buon furto e un cattivo furto:

  • valorizzazione vs svilimento
  • approfondimento vs superficialità
  • rubare da tanti vs rubare da uno solo
  • riconoscimento vs plagio
  • rielaborazione vs imitazione
  • mescolanza vs truffa


11. Scrivi quello che ti piace

Non scrivere di cose che conosci. Scrivi di cose che ami. Scrivi la storia che vorresti leggere!

12. Esercitati nel rinvio produttivo

Come dice Jessica Hirsche:

Probabilmente quello che stai facendo quando rinvii, è il lavoro che dovresti fare per il resto della vita.


13. Goditi l’anonimato, finché dura

Finché non si è conosciuti non si ha alcuna pressione: si può fare ciò che si vuole, sperimentando e agendo per il puro gusto di farlo. Quella libertà non torna più una volta che si cominci a catturare l’attenzione degli altri, e soprattutto una volta che si inizia a ricevere il denaro altrui.

14. La formula (non) segreta del successo

Non esiste una formula segreta per diventare famosi. Ce n’è solo una, non troppo segreta: fai un buon lavoro e condividilo!

15. Vattene da casa

Visto che il cervello si trova troppo a suo agio nell’ambiente quotidiano, bisogna creargli qualche disagio. Quando si viaggia il mondo sembra sempre nuovo, stimolando il cervello a lavorare di più.

16. Scegli cosa lasciar perdere

In quest’ epoca di eccesso di informazioni, il progresso è determinato da chi capisce cosa lasciar perdere per concentrarsi su ciò che conta davvero.

17. Imponiti dei limiti

È molto pericoloso pensare di potere fare tutto. Scegli con saggezza e datti dei limiti. La creatività non consiste solo nelle cose che scegliamo di includere, ma anche in quelle che decidiamo di tralasciare.

Il libro è disponibile su amazon.it.



PS: se volete seguire Austin Kleon, il suo blog è http://austinkleon.com/blog/

Scritto da:
Data: 21-01-2014
Categoria: Libri Marketing e Comunicazione
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

 

- 1 Commento -

  1. Rispondi Aniello 31 dicembre 2015 alle ore 22:07

    Ottima recensione complimenti … acquisterò certamente per il mio lavoro

- Lascia un commento -