Home > Blog > Motori di Ricerca > Google aggiunge il nome del dominio in fondo al titolo degli annunci Adwords

Google aggiunge il nome del dominio in fondo al titolo degli annunci Adwords

Qualche giorno fa avevo letto su searchengineland.com che Google stava testando su Google.com l’inserimento del nome del dominio in fondo al titolo degli annunci Adwords.

Ora, effettuando una ricerca, ho notato questo test anche su Google.it. Come è possibile vedere nello screenshot qui sotto, Google ha inserito in fondo al titolo dell’annuncio Adwords il nome del dominio preceduto da una barra verticale:
titolo annuncio | nomedomio.ext

Google Adwords aggiunge nome dominio in fondo a titolo annuncio

Google Adwords aggiunge nome dominio in fondo a titolo annuncio (16/05/2011)



Questa novità è presente solo per gli annunci pubblicati nelle prime 3 posizioni sopra i risultati di ricerca di Google.

 

Google ufficializza l’inserimento del nome del dominio nel titolo degli Adwords Ads
[Aggiornamento 18/05/2011]. Ieri, 17 maggio 2011, è arrivata la conferma ufficiale di Google, che ha spiegato anche i motivi della scelta: “la visualizzazione dell’url può essere un fattore importante per l’utente che deve scegliere se cliccare o meno sull’annuncio“. Per questo motivo, da ora in poi Google aggiungerà in automatico il nome del dominio in fondo al titolo (solo per i “top placement ads”), in modo che gli utenti possano facilmente individuare il sito su cui stanno per “atterrare”. L’url del dominio (senza www) viene separato dal testo del titolo tramite una barra verticale |. Se il titolo dell’annuncio Adwords contiene già il nome del dominio, questo non sarà aggiunto in automatico alla fine dell’headline. È inoltre possibile che il dominio venga aggiunto anche nei “titoli lunghi“, cioè quando la prima riga della descrizione viene pubblicata di fianco al titolo.

Scritto da:
Data: 16-05-2011
Categoria: Motori di Ricerca
Argomenti: ,
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

 

- 5 Commenti -

  1. Rispondi Riccardo Perini 18 maggio 2011 alle ore 09:09

    @Alessio: grazie per la segnalazione! Ciao

  2. Rispondi Fradefra - Cuoco a Domicilio 19 maggio 2011 alle ore 07:10

    Della serie, sempre di più, pur di avere click in più a discapito della SERP.
    Devo essere onesto, a volte mi chiedo se abbia ancora senso investire in attività SEO. Ho la sensazione che tra un po’ avremo pagine Google in cui il 90% è dedicato all’ADV.
    Anche per il nuovo sito sulle nostre attività di cucina ci siamo posti se valesse la pena di ottimizzare il sito. Abbiamo fatto una cosa soft e via.

  3. Rispondi Riccardo Perini 19 maggio 2011 alle ore 10:27

    @Fradefra: sicuramente ha ancora senso investire in SEO. Il discorso è che una campagna di visibilità online non può basarsi solo sul SEO. È sempre meglio differenziare. Poi in base al mercato e al proprio target ci saranno mezzi più efficaci di altri per portare traffico e conversioni, ma sarà sempre più importante per il “brand” essere presente non solo nei risultati organici, ma nei vari canali.

  4. Rispondi GIULIETTA 9 maggio 2014 alle ore 12:22

    come fare invece per evitare che nel titolo esca il dominio? vorrei un titolo lungo

- Lascia un commento -